L’anno 2022 ha dimostrato di esser stato un vero bagno di sangue per investitori e trader che hanno puntato sul rialzo di bitcoin e delle criptovalute,

L’industria ha dovuto affrontare una tendenza orso lunga durata, con l’asset digitale crittografico di punta, Bitcoin, che ha perso circa il 70% da suo massimo di novembre 2021.

Tuttavia, la paura del mercato non ha cancellato l’interesse degli investitori per Bitcoin. I dati mostrano che più della metà degli investitori continuano a mantenere le loro partecipazioni BTC anche in questecondizioni di mercato difficili.

bitcoin holder
Adobe Stock

Secondo le statistiche visualizzate dalla società di analisi blockchain TipRank, ben il 62% degli indirizzi BTC non hanno venduto le loro esposizioni in BTC per un anno e oltre. Inoltre, i dati del sito al 1 settembre indicano che solamente il 32% degli investitori ha venduto le proprie dotazioni di BTC nel corso degli ultimi 12 mesi.

Pressione di vendita

Gli investitori erano sotto pressione per vendere durante le tendenze al ribasso del mercato e questa pressione persisteva in quel momento. Secondo un recente rapporto di una ricerca blockchain di glassnode, i depositi di BTC negli exchange sono scesi al minimo di 2 anni di 1.921 BTC in base al valore mobile medio di sette giorni.

Il sentiment del mercato è stato generalmente disturbato dal crollo di TerraLuna e dal sell-off del 22% del Nasdaq. La Federal Reserve americana sembrava quindi controllare l’inflazione con la sua strategia da falco e da allora ha alzato i tassi. Ulteriori vendite di mercato e ribassi dei prezzi si verificano a seguito dell’aumento dei tassi di interesse da parte della Fed.

La price action di Bitcoin

Attualmente, il prezzo del bitcoin è scambiato al di sopra della soglia psicologica dei 20.000 dollari. Anche se sembra un equilibrio abbastanza fragile.
Tuttavia, alcuni esperti del settore ritengono che l’attuale contesto di mercato sia un buon momento per investire in criptovalute.

Mike McGlone, uno stratega senior delle materie prime presso Bloomberg Intelligence, ha previsto che i prezzi di asset come BTC e oro sarebbero aumentati e avrebbero incontrato una certa resistenza nella seconda metà dell’anno.

“Se le azioni stanno diventando deboli, Bitcoin, oro e obbligazioni potrebbero dominare il secondo semestre”. La tendenza del Bitcoin a sovraperformare la maggior parte degli asset rischiosi e l’oro della maggior parte delle materie prime potrebbe manifestarsi nel secondo semestre. Soprattutto se il mercato azionario continua a cedere sotto lo sbalordimento della Federal Reserve.”

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Simile a come alcuni pensano che BTC impiegherà del tempo per recuperare i suoi livelli di prezzo precedenti, il CEO di Tallbacken Capital Advisor ha previsto che i futuri cali del prezzo del bitcoin potrebber rivelarsi anche peggiori. Il ceo crede infatti che il prezzo di Bitcoin raggiungerà $ 15.000 e afferma che lo slancio a lungo termine di Bitcoin sta calando.