Elliptic, una società di analisi blockchain, ha riferito che i criminali informatici hanno utilizzato il bridge cross-chain RenBridge per riciclare oltre 540 milioni di dollari dal 2020, in reati legati al denaro crittografico.

Ciò include l’incredibile cifra di 153 milioni di dollari in pagamenti di ransomware. Significa che gli hacker hanno sfruttato RenBridge per irrompere nelle reti aziendali e costringere le aziende a pagare in criptovalute per recuperare i propri dati.

Secondo Elliptic, la piattaforma cross-bridge RenBridge è un importante facilitatore per le piattaforme di ransomware collegate alla Russia.

renbridge riciclaggio
RenBridge

Il vicepresidente per gli affari politici e normativi di Elliptic, David Carlisle, si riferisce a questi bridge cross-chain come una benedizione, oltre che una maledizione. Afferma che da un lato, questi strumenti espandono il mercato offrendo un’altra piattaforma per le transazioni. Aggiunge che i bridge cross-chain sono vitali per lo sviluppo dello spazio DeFi complessivo.

Il rovescio della medaglia è che “sono effettivamente non governati e quindi molto vulnerabili agli hack o all’essere utilizzati in crimini come il riciclaggio di denaro sporco”, ha affermato Carlislie.

Regolamento dei Bridge cripto

Carlislie ritiene che le autorità di regolamentazione inizieranno a reprimere i bridge crittografici nei prossimi 12 mesi. L’ultima notizia arriva il giorno dopo il divieto dell’uso del mixer crittografico Tornado Cash da parte del Tesoro degli Stati Uniti. Secondo quanto riferito, Tornado Cash ha riciclato più di 7 miliardi di dollari dal 2019.

Carlislie aggiunge: “Una domanda importante è se i bridge diventeranno soggetti a regolamentazione poiché agiscono in modo molto simile agli scambi di criptovalute, che sono già regolamentati”.

Il rapporto Elliptic rileva che RenBridge è diventato una destinazione popolare per i criminali crittografici. Il bridge può essere difatti utilizzato per riciclare risorse ottenute tramite atti di frode, furto, ransomware e altre attività criminali. Aggiunge inoltre che le risorse crittografiche riciclate tramite RenBridge sono collegate alle attività criminali di hacker al soldo della Corea del Nord.

Elliptic osserva che negli ultimi due anni i furti ammontano a più di 267 milioni di dollari dagli scambi e dai servizi DeFi tramite RenBridge.

“I bridge cross-chain sono una scappatoia nel regime normativo che è stato faticosamente stabilito dai governi di tutto il mondo, per combattere il riciclaggio di criptovalute. Bande di ransomware, truffatori e persino hacker nordcoreani si stanno spostando da scambi crittografici regolamentati a un’alternativa decentralizzata e non regolamentata”, ha affermato Tom Robinson, capo scienziato di Elliptic.”

La scorsa settimana, il crypto-bridge Noman ha perso più di $ 200 milioni in un importante exploit. Subito dopo, i ladri hanno iniziato a utilizzare RenBridge per riciclare denaro.