Hacker rubano $8 milioni ai liquidity provider di Uniswap tramite una truffa di phishing. Intanto Animoca Brands valutazione da $6 miliardi.

Si stima che alcuni hacker abbiano rubato circa 8 milioni di dollari ai fornitori di liquidità di Uniswap con una truffa di phishing.

phishing
Adobe

Uniswap afferma che le truffe di phishing sono un problema “troppo comune nelle criptovalute oggi” e sta esortando la sua comunità a prestare attenzione.

Uniswap: $8 milioni di dollari rubati tramite truffa phishing

L’exchange decentralizzato afferma che la sua infrastruttura non ha subito un exploit e che rimane sicura da usare.

Offrendo ulteriori dettagli su ciò che è accaduto, Uniswap ha affermato che il truffatore ha regalato dei token alle vittime tramite un airdrop.

Grazie a questo è riuscito ad indirizzare gli utenti in una pagina uguale a quella di Uniswap – un’interfaccia fake – in cui chiedeva di scambiare questi nuovi token con UNI.

Le vittime che hanno approvato la transazione hanno perso tutte le proprie criptovalute.

Uniswap afferma che le truffe di phishing sono un problema “troppo comune nelle criptovalute oggi“. Invitando la community a stare attenta, ha aggiunto:

Questo è un buon promemoria per gli utenti: assicuratevi di clicare sempre sui giusti URL“.

Il DEX ha sottolineato che è molto probabile che gli airdrop verso domini non ufficiali siano tentativi di phishing e che, se dovesse eseguire un airdrop, gli utenti verrebbero avvisati in anticipo su una serie di canali ufficiali.

Cosa si può fare?

All’inventore di Uniswap Hayden Adams è stato chiesto cosa si può fare per prevenire tali attacchi.

Ai suoi occhi, l’istruzione è fondamentale, oltre a migliorare le interfacce utente per offrire un maggiore grado di protezione. Un’idea potrebbe includere nascondere token sconosciuti che hanno un URL nel nome.

Complessivamente, questo token dannoso è stato inviato a 73.399 indirizzi, mascherato da airdrop di UNI.

Intanto Animoca Brands raggiunge una valutazione di $5,9 miliardi di dollari

È un momento difficile per le società di criptovalute che in questo momento sperano solo di raccogliere capitali, ma alcune aziende continuano a mostrare grande forza.

Animoca Brands ha annunciato di aver ottenuto altri 75 milioni di dollari di finanziamento.

E mentre quest’ultimo è inferiore all’investimento da $360 milioni raccolti a gennaio, la valutazione di Animoca è ora salita a $5,9 miliardi.

L’azienda è la forza trainante di The Sandbox e ha anche creato un portafoglio di investimenti Web3, offrendo supporto a artisti del calibro di Axie Infinity, Splinterlands e Alien Worlds.

Esponendo i suoi piani per il denaro, la società di intrattenimento ha spiegato:

Animoca Brands utilizzerà il nuovo capitale per continuare a finanziare acquisizioni strategiche, investimenti e sviluppo di prodotti, garantire licenze per proprietà intellettuali popolari e promuovere il metaverso“.

Azienda in crescita verticale

Il co-fondatore e presidente esecutivo Yat Siu ha affermato che Animoca è “onorata” di aver continuato a godere del sostegno degli investitori. Evidenziando l’ambizione di consolidare la sua posizione di leader dello spazio Web3, ha aggiunto:

I diritti di proprietà digitale rappresentano un passaggio generazionale che definisce la società che ha un impatto su tutti e getterà le basi per l’emergere del metaverso definitivo“.

Liberty City Ventures, che ha partecipato al round di finanziamento, ha dichiarato:

Nel prossimo decennio, l’umanità scoprirà e abbraccerà il potere rivoluzionario che la proprietà digitale delle risorse basata su blockchain porterà a innumerevoli aspetti della vita quotidiana“.

Il tono così ottimista è alquanto sorprendente, dato l’attuale stato di depressione del mercato NFT. Il CEO e fondatore di Kingsway Capital, Manuel Stotz, ha dichiarato:

Gli utenti di Internet coinvolti in questa tecnologia rivoluzionaria non torneranno alla servitù digitale comune nel Web 2.0. La traiettoria di crescita a lungo termine degli NFT e di proprietà simili la tecnologia è straordinariamente ripida, soprattutto nei mercati emergenti“.

Stotz ha inoltre osservando che Animoca Brands si è “guadagnato la sua fama” rialzandosi ed emergendo dal bear market del 2018 più forte di prima.