MicroStrategy ha iniziato ad acquistare Bitcoin nell’agosto 2020, quando il prezzo di Bitcoin era ancora inferiore a $12.000. Nel corso degli anni, l’azienda ha aumentato la sua partecipazione in Bitcoin a un prezzo medio di $30.700, al 31 marzo.

In tutto, l’azienda di software guidata da Michael Saylor ha acquisito circa 130.000 BTC per un totale di quasi 4 miliardi di dollari di controvalore.

microstrategy tesla block bitcoin

I, quete ultime settimane i prezzi di bitcoin sono crollati, peraltro senza dar molti segni di un qualche rimbalzo importante o ritracciamento nel breve periodo. Il re delle criptovalute, Bitcoin, Ha visto la sua quotazione scendere dal suo massimo storico di $69.000 nel novembre 2021, fino a toccare i $20.524 di questa mattina, traducendosi in una sconfortante perdita del 70%.

Cosa sta succedendo alle grandi aziende che hanno investito in Bitcoin e criptovalute

Il crollo dei prezzi di Bitcoin, che ha trascinato come suo solito l’intero comparto cripto, ha messo i sostenitori illustri di Bitcoin, per citarne solo alcuni Tesla, MicroStrategy, Block, in una posizione precaria.

Nel tempo hanno fatto tutti acquisti di Bitcoin in quantità più che sostanziosa, credendo che li avrebbe aiutati a coprire il rischio contro l’inflazione. Ironia della sorte, l’aumento dei tassi di inflazione sta invece contribuendo, insieme a tutto il resto al crollo dei prezzi delle criptovalute.

Michael Saylor, Microstrategy e Bitcoin, come è iniziata

MicroStrategy ha iniziato ad acquistare Bitcoin nell’agosto 2020, quando il prezzo di Bitcoin era ancora quotato sotto i dodicimila dollari. Nel corso poi degli anni, l’azienda ha aumentato la sua partecipazione in Bitcoin a un prezzo medio di carico poco superiore ai trentamila dollari americani, al 31 marzo. In tutto l’azienda tech ha accumulato nelle sue riserve circa 130.000 BTC per un totale di quasi quattro miliardi di dollari.

Tuttavia, l’attuale tracollo delle quotazioni delle criptovalute, incluso bitcoin, ha causato una riduzione di valore della partecipazione in Bitcoin di MicroStrategy. Attualmente ha un valore di $2,7 miliardi, con una perdita netta di quasi $ 1,3 miliardi.

Quel che è peggio è che MicroStrategy ha ampliato le sue casse e ha aggiunto 215 milioni di dollari di Bitcoin a un prezzo medio di $44.645 nel primo trimestre del 2022. Questo acquisto è stato finanziato da un prestito di Silvergate Bank che è stato anche accompagnato da una richiesta di margine.

Secondo i termini del prestito, se i prezzi di Bitcoin scendono al di sotto della soglia di $21.000, MicroStrategy sarà costretta a riscuotere l’importo del prestito e restituirlo prontamente.

Le dichiarazioni dal board di Microstrategy

“Abbiamo preso il prestito a un LTV del 25%; la richiesta di margine si verifica a un LTV del 50%. Quindi, essenzialmente, Bitcoin deve essere dimezzato, o circa $21.000, prima di avere una richiesta di margine”, ha spiegato il chief financial officer di MicroStrategy Phong Le nella chiamata sugli utili del primo trimestre dell’azienda.

Tuttavia, il capo dell’azienda Michael Saylor aveva accantonato questa preoccupazione all’inizio di maggio e ha affermato che la richiesta di margine sarebbe diventata un problema solo se Bitcoin fosse sceso a 3.562$. “MicroStrategy ha un prestito a termine di $ 205 milioni e deve mantenere $ 410 milioni come garanzia. $ MSTR ha 115.109 BTC che può impegnare. Se il prezzo di #BTC scende al di sotto di $ 3.562, la società potrebbe inviare altre garanzie”, ha twittato il 10 maggio , 2022.

Inoltre, il prestito di 205 milioni di dollari della Silvergate Bank è garantito anche da Bitcoin. Usare denaro preso in prestito garantito da un bene per acquistare più dello stesso bene non è mai una buona idea. Tuttavia, Le afferma che MicroStrategy è seduto su 95.643 “Bitcoin non vincolati” e ora è a suo agio nella sua posizione.

Elon Musk con Tesla e Jack Dorsey con Block, come hanno accusato il colpo?

Anche la Tesla di Elon Musk sta assistendo a una pesante perdita non realizzata. Con circa 42.000 BTC nelle sue riserve, Business Insider stima che la perdita approssimativa potrebbe essere di 399,8 milioni di dollari. Block di Jack Dorsey è seduto su 8.027 BTC, che si stima abbia accumulato una perdita di circa $ 42,6 milioni.

L’aumento fulmineo di Bitcoin tra il quarto trimestre del 2020 e il terzo trimestre del 2021 è stato anche soddisfatto da una correzione di 3 mesi da maggio 2021 a luglio 2021. Durante il periodo sono emersi due eventi chiave. Il capo di Tesla Elon Musk ha twittato del consumo energetico “folle” di Bitcoin, facendo crollare i prezzi da oltre $55.000 a meno di $50.000.

A seguito di ciò, le autorità cinesi hanno represso i minatori di Bitcoin e hanno inferto un duro colpo al settore, innescando una caduta libera dei prezzi di Bitcoin che alla fine è scesa a $ 30.000.

Questi eventi hanno anche spazzato via gran parte del valore delle partecipazioni Bitcoin di Tesla, che nel febbraio 2021 valevano 1,5 miliardi di dollari. La storia ora sembra ripetersi, ma con un minimo molto più profondo sui grafici e un po’ più di agonia. Anche per il fatto che non è stato il mercato degli asset crittografici a vedere una flessione importante. Pure lo stock market ha visto crolli e momenti di volatilità estremi, in genere impensabili per i mercati regolamentati.