La Russia accetterà le cripto nel commercio estero, accelera il rublo digitale. Obiettivo: rendere presto operative le risorse digitali.

A seguito di un pacchetto completo di sanzioni, la Russia ha triplicato i suoi sforzi per integrare le valute digitali – compreso il rublo digitale – il prima possibile.

Con l’imminente regolamentazione delle criptovalute in Russia, il ministero delle Finanze del paese ha modificato il disegno di legge proposto. Ha aggiunto un articolo molto interessante, che consentirebbe di utilizzare la criptovaluta come pagamento per le attività di commercio estero di persone giuridiche e singoli imprenditori.

russia rublo digitale cbdc criptovalute

L’emendamento è conforme al Ministero dello sviluppo economico, al Ministero degli affari interni, al Ministero delle finanze digitali, al Servizio fiscale federale e al controllo finanziario del paese Rosfinmonitoring.

Anche se la Russia ha escluso la possibilità di criptovalute a corso legale, l’approvazione di tale misura stabilirebbe effettivamente le criptovalute come una valuta alternativa de facto con cui pagare per il commercio estero.

Dopo che gli Stati Uniti e i loro alleati hanno iniziato a limitare il più possibile l’accesso della Russia ai dollari, potrebbe certamente essere visto come un tentativo di rendere vani tali sforzi. Vediamo bene cosa può succedere.

La Banca di Russia va avanti con il rublo digitale: ecco cosa può succedere

La Banca di Russia è assente dall’elenco dei “sostenitori delle criptovalute” in Russia. La governatrice della banca centrale Elvira Nabiullina è un’antagonista di lunga data della regolamentazione delle criptovalute. Anche lei ora ha accettato a malincuore il recente cambio di rotta.

Secondo Forbes Russia, la banca centrale ora ha anticipato il lancio del suo progetto pilota sul rublo digitale. Previsto inizialmente per il 2024, la nuova data di lancio è ora aprile 2023. I test sono già in corso da febbraio 2022. Olga Skorobogatova, primo vicepresidente della Banca di Russia, ha affermato che i pagamenti saranno gratuiti e disponibili per tutte le regioni russe. La banca utilizzerebbe anche contratti intelligenti nell’esecuzione del suo progetto CBDC (Central Bank Digital Currency).

Pertanto, le parti interessate del settore pubblico finanziario del paese stanno spingendo in direzioni diverse, sebbene entrambe facciano avanzare la digitalizzazione del settore finanziario. Con l’obiettivo generale della Russia di mitigare il più possibile gli effetti, possiamo sicuramente aspettarci presto ulteriori notizie su questo fronte.