Da quanto comunicato in questi minuti da Reuters, Twitter sarebbe sul punto di accettare l’offerta da 43 miliardi di dollari di Elon Musk per rendere privato il social network. Ma nulla è del tutto scontato, visto che Twitter potrebbe anche cedere ad altri compratori, pagando a Musk una indennità per ritirare la sua proposta.

Twitter potrebbe annunciare nelle prossime ore di aver accettato l’offerta di Musk, una volta che il Consiglio di Amministrazione (di cui Musk, seppur massimo azionista, ha deciso di non far parte), si sarà riunito per raccomandare la transazione agli azionisti di Twitter. Lo dicono fonti Reuters. I colloqui sono apertissimi e l’accordo potrebbe ancora concretizzarsi. O forse no.

twitter elon musk

La notizia lanciata nella giornata di oggi, in esclusiva dall’agenzia Reuters, ha fatto salire le azioni di Twitter di oltre il 5% nel trading pre-mercato.

Twitter non è stato in grado di assicurarsi una cosiddetta disposizione “go-shop” da Musk, che gli avrebbe consentito di sollecitare altre offerte da potenziali acquirenti dopo la firma dell’accordo, sempre secondo il rapporto.

Tuttavia, Twitter sarebbe autorizzato ad accettare un’offerta da un’altra parte pagando a Musk una quota di scioglimento dell’accordo, hanno aggiunto le fonti.

Twitter: l’incredibile offerta di Elon Musk, ecco a cosa mira da tempo

La mossa arriva dopo che Musk ha incontrato diversi azionisti durante il fine settimana e ha delineato le specifiche della sua offerta di $ 54,20 per azione per la piattaforma di social media.

La strategia di Musk ha costretto il consiglio di amministrazione della società a considerare seriamente l’offerta pubblica di acquisto da 43 miliardi di dollari del magnate CEO di Tesla.

Twitter è pronto a concordare una vendita a Elon Musk per circa 43 miliardi di dollari in contanti, il prezzo che l’amministratore delegato di Tesla ha definito come la sua offerta “migliore e finale” per la società di social media.

Musk, la persona più ricca del mondo secondo Forbes, sta negoziando l’acquisto di Twitter a titolo personale.

L’accordo sarebbe arrivato solo quattro giorni dopo che Musk aveva presentato un pacchetto di finanziamento a sostegno dell’acquisizione. Musk da tempo mira a trasformare Twitter, dopo averne già acquistato il 9,2%.

Il cda di Twitter ha preso da subito l’accordo sul serio e molti azionisti hanno chiesto di non lasciar passare l’opportunità.

La vendita rappresenterebbe un’ammissione da parte di Twitter che il suo nuovo amministratore delegato, Parag Agrawal, non starebbe facendo abbastanza per rendere l’azienda più redditizia.