Quest’anno la tessera sanitaria italiana si rinnova e oltre alla veste grafica faremo la conoscenza di altre novità tutte da scoprire

Con un decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze si è deciso di cambiare il volto della vecchia tessera sanitaria. Il decreto è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il mese scorso ed entrerà in vigore il 1° marzo.

tessera sanitaria
Adobe Stock

Ciò che balza subito agli occhi è il rinnovamento grafico voluto dal ministero mentre tutto il resto è rimasto sostanzialmente invariato rispetto a prima, come ad esempio la durata (6 anni) e come fare per ottenerla.

Già dal 1° marzo tutte le nuove tessere sanitarie saranno recapitate nelle case dei cittadini che ne faranno richiesta con la veste grafica già aggiornata.

Tessera sanitaria 2022: cosa cambia

Al momento la tessera sanitaria viene utilizzata per l’accesso alle prestazioni sanitarie e per accedere da tutta Italia ai portali dedicati della Pubblica Amministrazione.

Il decreto del ministero dell’Economia e della Finanza stabiliva una serie di accorgimenti di tipo estetico, ma non faceva alcun cenno circa eventuali modifiche di utilizzo o quant’altro. Graficamente, possiamo notare la scomparsa del logo della regione di appartenenza e, ma questo è un dettaglio che in pochi apprezzeranno, le diciture in due lingue (Italiano-Tedesco) per agevolare la comprensione delle persone in posti come la provincia autonoma di Bolzano, ad esempio.

Se vi state chiedendo come ottenere la nuova tessera sanitaria dovete sapere che non bisogna fare assolutamente nulla. Sì, perché l’Agenzia delle Entrate si preoccupa personalmente di inviare la nuova tessere sanitaria poco prima della scadenza di quest’ultima. La tessera sanitaria 2022 continua ad essere valida per 6 anni, mentre se si è cittadini stranieri la sua durata dipende dalla durata del permesso di soggiorno. In caso di nuovi nascituri quest’ultimi potranno usufruire della tessera sanitaria per tutto il primo anno di vita, per poi doverla rinnovare ogni 6 anni.

Ovviamente in caso di smarrimento si può fare richiesta di sostituzione direttamente all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate del proprio territorio oppure presentando domanda presso l’ufficio Asl di competenza. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, infine, è possibile effettuare domanda per la ricezione della tessera sanitaria.