E’ accaduto quello che pochi immaginavano nella giornata di lunedì scorso. Il ben noto colosso Goldman Sachs, banca multinazionale di investimento e soprattutto società di servizi finanziari, ha reso noto alla stampa di aver portato a termine una transazione crittografica over-the-counter (denominata OTC) con la Galaxy Digital, società di valuta digitale.

E venne il giorno in cui il colosso finanziario Goldman Sachs, ma per gli esperti questa non rappresenta certo una sorpresa, aprì le porte, incredibilmente, alle criptovalute.

Goldman Sachs
Goldman Sachs e l’Otc

Goldman Sachs: il colosso dell’economia “vecchio stile” apre le porte una volta per tutte alle criptovalute

Nessuno se lo aspettava, o almeno davvero in pochi avevano previsto che il Gigante di Wall Street, così fortemente legato alle transazioni tradizionali, potesse abbracciare i meccanismi della new economy.

Del resto i fatti recenti parlano chiaro. Seppur con le proprie regole, gran parte del mondo bancario “vecchio stampo” sta rivedendo in modo perentorio le proprie posizioni sulle monete digitali.

Il caso Goldman Sachs: rivoluzione economica in atto nel mondo?

Che sia davvero in atto una rivoluzione economica a cui le criptovalute hanno contribuito ad aprire la strada? E’ presto per dirlo, ma sotto la cenere covano cambiamenti importanti e inattesi.

I dettagli dell’accordo crittografico Otc

A seguito dell’accordo OTC, il capo delle risorse digitali per l’unità Asia Pacifico di Goldman Sachs, Max Minton, ha affermato che l’azienda è lieta di aver eseguito il “primo scambio di opzioni di criptovaluta regolate in contanti con Galaxy”.

Una transazione unica nella storia quella tra Goldman Sachs e Galaxy Digital

Secondo alcuni rapporti e un comunicato stampa , il gigante di Wall Street Goldman Sachs ha completato un commercio di criptovaluta over-the-counter (OTC) con Galaxy Digital, una società di criptovalute fondata da Mike Novogratz nel gennaio 2018. Entrambe le aziende definiscono il trasferimento “una transazione unica nel suo genere da parte di una grande banca statunitense”.

In sostanza, la banca Goldman Sachs Group Inc. ha eseguito la prima transazione crittografica OTC sotto forma di un’opzione non consegnabile bitcoin (NDO). Goldman Sachs e Galaxy hanno ulteriormente dettagliato nell’annuncio che entrambe le società hanno avuto una partnership in corso.

Goldman Sachs e il suo “amore” per criptovalute e blockchain: per gli esperti non è una novità

Galaxy osserva che l’accordo OTC è una “continuazione della partnership della banca con Galaxy Digital per approfondire le sue capacità crittografiche”.

Goldman Sachs in fondo ha già avuto un rapporto interessante con le criptovalute e la tecnologia blockchain nel corso degli anni.

A gennaio, l’ex CEO di Goldman Sachs Lloyd Blankfein ha affermato che la sua prospettiva sulla criptovaluta si sta evolvendo. Non molto tempo dopo il commento di Blankfein, gli analisti di Goldman Sachs hanno avvertito che bitcoin ( BTC ) era suscettibile agli aumenti dei tassi di interesse della Federal Reserve.

Una transazione unica nella storia quella tra Goldman Sachs e Galaxy Digital

Per quanto riguarda l’operazione di transazione crittografica OTC con Galaxy, il dirigente di Goldman Max Minton afferma che la transazione eseguita è una pietra miliare. In un comunicato stampa Minton ha infatti dichiarato: “Questo è uno sviluppo importante nelle nostre capacità di risorse digitali e per la più ampia evoluzione della classe di attività”.

L’annuncio rileva che Galaxy ha sostenuto Goldman Sachs nel facilitare la sua prima transazione Bitcoin Futures di CME Group Inc. l’anno scorso.

Il fondatore di Galaxy, Mike Novogratz, crede fermamente nell’economia delle criptovalute e in un’intervista pubblicata martedì ha affermato: “Il bitcoin è un’ancora di salvezza per le persone in paesi con una gestione dell’economia davvero scarsa”.

Damien Vanderwilt, co-presidente e responsabile dei mercati globali di Galaxy Digital, ritiene che la transazione con Goldman Sachs aprirà nuove porte.

Cosa faranno adesso le altre banche?

Gli esperti, non solo quelli che fanno capo a Goldman Sachs, si aspettano che la transazione apra le porte ad altre banche che considerano OTC un canale per il trading di asset digitali, ha affermato Vanderwilt in una nota.

La continua fiducia di Goldman in noi è una testimonianza dell’esperienza e della capacità di Galaxy di soddisfare le richieste in evoluzione delle istituzioni mentre le criptovalute si consolidano come la quinta classe di asset.