Cosa hanno in comune le popolari aziende di borse quali Nike, Quentin Tarantino e Birkin? Apparentemente nulla, se non che tutte e tre sono “impelagate” in cause legali che riguardano il controverso mondo degli Nft.

Le borse Nike, Quentin Tarantino e Birkin hanno qualcosa in comune: sono tutte coinvolte in cause legali separate relative a NFT, i token non fungibili.

brand NFT problemi valore

Le persone stanno spendendo ancora miliardi di dollari in NFT. Gli Nft sono visti come una nuova frontiera digitale per comprare, scambiare e vendere beni.

Nft: un mondo ancora contoverso e privo di regole certe, Nike lo sa bene

Ma questa nuova frontiera appare ancora piuttosto selvaggia, nel senso che le regole che ruotano intorno al mondo degli Nft sembrano ancora piuttosto incerte.

Nft: Nike ha citato in giudizio StockX

Nike ha citato in giudizio la piattaforma di rivendita online StockX per violazione del marchio. StockX gestisce quello che chiama un Vault NFT.

Se sei confuso riguardo agli NFT, ecco alcune riflessioni di esperti.

Potresti voler cercare la definizione nel dizionario di NFT. In realtà, sai, ora questa parola è in tutti i dizionari.

Nft: gli esperti chiariscono

Il dizionario Merriam Webster, definisce un token non fungibile come un identificatore digitale univoco che non può essere copiato, sostituito o suddiviso, registrato in una blockchain e utilizzato per certificare l’autenticità e la proprietà.

In altre parole, un NFT non è la cosa reale che hai acquistato, ma la prova che l’hai acquistata.

Nft-Nike: StockX starebbe creando confusione nei consumatori

Uno dei tratti distintivi di un caso di violazione di un marchio è se quello di creare confusione tra i consumatori. Alla fine, in effetti, tutti sono confusi, perché gli NFT sono in se stessi confusi.

Eppure perché alcuni dei vecchi motivi per i quali qualcuno avrebbe citato in giudizio per violazione del marchio sono ancora validi.

Il mercato on line di StockX, gli Nft e il caso Nike

StockX è un mercato online in cui puoi acquistare prodotti Nike, comprese le scarpe da ginnastica. Ma Nike afferma che StockX non è un rivenditore Nike autorizzato.

La causa di Nike afferma che StockX sta coniando NFT che utilizzano in modo prominente i marchi Nike.

StockX si difende

StockX ha inviato a NPR una dichiarazione, affermando che la causa è priva di merito. StockX afferma, citando, “i suoi Vault NFT raffigurano e rappresentano la prova della proprietà di beni fisici conservati nel nostro deposito che i clienti possono scambiare sulla nostra piattaforma”. L’avvocato dei marchi Moish Peltz afferma che l’idea è che quelle NFT rappresentino vere scarpe da ginnastica.

In realtà non è del tutto vero, poiché se acquisti una StockX Vault NFT, avresti il ​​diritto di scambiare quella NFT con la scarpa fisica.

La causa legale continua

Oppure potrebbero essere scambiati o rivenduti. Quindi potresti scambiare un NFT con un altro. Potresti scambiare un NFT con molti altri NFT. Potresti venderlo a più o meno di quanto l’hai comprato.

Prezzi alle stelle

Ad esempio, sul sito StockX, un paio di Nike Air VaporMax da donna è passato da un prezzo di vendita di $ 600 a $ 2.000 in meno di un mese. Dinusha Mendis, professore di diritto della proprietà intellettuale e dell’innovazione presso la Bournemouth University, afferma che ciò può attirare l’attenzione del titolare di un marchio come Nike.

Quindi se stai acquistando una scarpa da ginnastica NFT e ha un marchio su di essa, come Nike, e se la rivendi a un prezzo più alto, sai, anche se sembra che non ci sia un legame con Nike, potrebbe esserci una violazione bella e buona.

Nike entra nel mondo degli Nft con un metaverso

La Nike stessa sta entrando nel mondo complesso delle NFT attraverso l’acquisto di uno studio di arte digitale attivo nel metaverso.

Nella sua causa, Nike afferma che i Vault NFT di StockX potrebbero confondere i consumatori in quel mercato e mettere a repentaglio il marchio Nike. Quindi Nike in tal senso si starebbe tutelando avviando un suo mercato digitale. Curioso e incredibile non è vero?