Yuga Labs ha concluso con successo la trattativa con con Larva Labs. Ora possiede Bored Ape Yacht Club, CryptoPunk e Meebits NFT.

I creatori di Bored Ape Yacht Club hanno acquisito la proprietà intellettuale delle collezioni CryptoPunks e Meebits NFT, in quello che è uno degli affari più grandi e significativi che il settore abbia mai visto.

NFT-bored-ape-yacht-club-cryptopunk (1)

Yuga Labs cederà i diritti commerciali ai collezionisti, il che significa che avranno la libertà di utilizzare il loro CryptoPunk in qualsiasi modo ritengano opportuno senza subire conseguenze legali.

Yuga Labs afferma di aver concluso con successo la trattativa con con Larva Labs. Questo significa che ora possiede entrambi i marchi, il copyright associato a ciascuna opera d’arte, ovvero 423 CryptoPunk e 1.711 Meebit.

Bored Ape Yacht Club e CryptoPunk insieme: attenzione a questo dettaglio

La situazione per coloro che possiedono CryptoPunks diventa particolarmente interessante. Già in passato sono stati venduti per centinaia di migliaia di dollari. Yuga Labs afferma che cederanno tutti i diritti commerciali ai collezionisti, il che significa che avranno la libertà di utilizzare il loro CryptoPunk in qualsiasi modo ritengano opportuno e senza subire conseguenze legali.

La società ha concesso da tempo ai proprietari di Bored Ape Yacht Club diritti simili. Tutto ciò potrebbe far sì che CryptoPunks svolga un ruolo più importante nel settore dei media, ad esempio programmi TV, film e musica. In un tweet Yuga Labs ha scritto:

È stato fantastico vedere l’ecosistema Bored Ape Yacht Club usare i propri diritti per collaborare e creare cose fantastiche che non avremmo mai potuto immaginare. Non vediamo l’ora di vedere le comunità Cryptopunks e Meebits fare lo stesso“.

I proprietari della famosa collezione di scimmie NFT, spengono subito le preoccupazioni degli investitori sulle possibili tensioni tra i comitati BAYC e CryptoPunks. Hanno così commentato questa questione su Twitter:

Per essere chiari: l’ecosistema Bored Ape Yacht Club rimarrà il centro del nostro universo. Crediamo che ciò che è buono per i punk è buono per le scimmie e il resto dello spazio. Allo stesso modo, ciò che è buono per le scimmie è buono per i punk. Vogliamo far crescere la torta, non litigare per le fette“.

Un post sul blog hanno continuato spiegando di non voler adattare CryptoPunks al modello creato per Bored Apes. L’azienda intende piuttosto fungere da “amministratore premuroso” di questa “collezione storica”. Avranno sicuramente bisogno del feedback della community prima di implementare eventuali passaggi successivi. Una chiara indicazione che sono determinati a procedere con leggerezza senza rompere nulla.

Nessuno si aspettava una collaborazione tra Bored Ape Yacht Club e CryptoPunk

L’accordo sembra aver colto di sorpresa l’industria delle criptovalute.

Yuga Labs ha affermato che l’accordo “è avvenuto in modo molto organico” attraverso conversazioni con Matt Hall e John Watkinson, che ha co-fondato Larva Labs. In un comunicato hanno aggiunto:

Yuga Labs: stiamo parlando degli innovatori nel mondo NFT e i migliori al mondo nel gestire questi progetti. Sono gli amministratori ideali dei CryptoPunks e dei Meebits. Nelle loro mani, siamo fiduciosi che continueranno a essere progetti pieni di vita e fiorenti nel nascente web decentralizzato.

Hall e Watkinson non si uniranno a Yuga Labs a seguito dell’acquisizione.

Continueranno a gestire Larva Labs e continueranno a fare ciò che sanno fare meglio: creare fantastici progetti e quindi il futuro del Web3“.

Può sembrare un po’ insolito per Larva Labs rinunciare ai propri gioielli della corona. CryptoPunk è stata a lungo la proprietà intellettuale che ha contribuito maggiormente al valore dell’azienda. Ma nel loro post sul blog, i co-fondatori hanno spiegato che i CryptoPunks sono stati creati come esperimento cinque anni fa. Allora gli NFT erano praticamente sconosciuti e la loro attività non era costruita per quello che è diventata oggi.

Carta Visa Crypto.com: Cashback fino all’8%, Netflix e Spotify GRATIS, come richiederla

“La nostra specialità è sempre stata anticipare i trend. La creazione di cose all’inizio del ciclo di vita di una nuova tecnologia. Quindi, poiché questa categoria di ‘Profile Picture Projects’ (PFP) è diventata un’industria a sé stante, ci siamo trovati sempre meno adatti al funzionamento di questi progetti. Le nostre personalità e competenze non sono adatte alla gestione della community, alle pubbliche relazioni e alla gestione quotidiana che questo tipo di progetti richiedono e meritano“.

Hanno tuttavia confermato che continueranno a possedere “alcuni dei nostri Punk e Meeb preferiti e hanno promesso di continuare a costruire “novità strampalate”.

Bored Ape Yacht Club: ecco cosa sono

Cosa hanno in comune Eminem e Paris Hilton? Molto poco, a parte il fatto che sono entrambi membri del Bored Ape Yacht Club. Si tratta di una raccolta di 10.000 NFT Bored Ape Yacht Club, ognuno con tratti e abiti diversi. Quello in figura con il cappello da capitano è di Jimmy Fallon, il quale lo ha pagato più di $200.000.

Image

(fonte: Twitter)

Ma perché queste immagini sono così costose? Il costo minimo di ingresso è 94 ETH, o circa $245.000 nel momento il cui scrivo. Ce ne sono solo 10.000. Man mano che influencer o VIP persone acquistano, la fornitura fissa e limitata viene percepita come sempre più preziosa.

Se trascorri un po’ di tempo online, in particolare Twitter, probabilmente hai già visto un Bored Ape Yacht Club NFT. Steph Curry, Eminem e persino il marchio Adidas hanno utilizzato Bored Ape NFT come immagini del profilo. Fungono sia da avatar che da biglietti per un social club online. Essendo stati lanciati ad aprile scorso per 0,08 ETH ciascuno, i proprietari di BAYC erano abbastanza esperti di criptovalute da capire di essere all’inizio del boom NFT. Da allora è diventata una collezione storica, ed è stata copiata da tantissimi scammers desiderosi di sfruttarne la popolarità per lucrare.

Al di là delle celebrità che acquistano, Bored Ape Yacht Club sta diventando sempre di più un marchio importante. Adidas ha collaborato con BAYC per il suo primo progetto NFT, e l’anno scorso una scimmia NFT è stata protagonista di una copertina della rivista Rolling Stone.