Andre Cronje ha lanciato Yearn Finance e Keep3rV1 e ha ricoperto un ruolo determinante nella creazione di innumerevoli altri protocolli DeFi.

Uno degli sviluppatori più noti del settore della finanza decentralizzata ha annunciato che lascerà lo spazio delle criptovalute, provocando una sostanziale diminuzione del valore di un certo numero di token.

andre cronje defi abbandona FTM Yearn finance

La notizia è stata annunciata dal suo collaboratore di lunga data Anton Nell su Twitter. Ha confermato che un certo numero di siti Web sarebbe stato chiuso il 3 aprile, tuttavia, i progetti avranno la possibilità di continuare perché sono open source. Nell ha twittato:

A differenza del precedente ‘costruire in DeFi’ , questa non è una reazione istintiva all’odio ricevuto dal rilascio di un progetto, ma una decisione ragionata che è arrivata dopo un bel po’ di tempo. Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato in tutti questi anni.

Andre Cronje: il padrino della Defi

The DeFi Edge, un account Twitter che offre approfondimenti su ciò che sta accadendo nel settore, ha descritto Cronje come “il padrino della DeFi“, aggiungendo:

Andre è un introverso. È uno di quei cervelli che vuole essere dietro le quinte e costruire.

Uno dei più recenti progetti lanciati è ve(3,3), un progetto che ha iniziato a prendere forma a gennaio. Cronje si è concentrato sulla costruzione del backend, mentre Daniele Sestagalli si è occupato del marketing.

A cambiare le sorti di ve(3,3) ci ha pensato un altro progetto in cui era coinvolto Sestagalli. Wonderland è stato colpito da uno scandalo e il suo manager è stato smascherato come truffatore. Sestagalli aveva co-fondato l’exchange QuadrigaCX, la piattaforma responsabile delle truffe.

Secondo The DeFi Edge, la reputazione di Sestagalli è stata la chiave delle sue dimissioni da ve(3,3):

Questo ha lasciato Andre da solo a gestire il progetto SOLID. Tieni presente che ad Andre piace stare dietro le quinte. Ora era il volto pubblico del progetto. Ciò significava gestire le pubbliche relazioni, le decisioni e il dramma che circondava il progetto. Ovviamente non l’ha fatto.

Nexo: come ricevere 25$ in Bitcoin e mettere a rendita le criptovalute ai migliori tassi

SOLID si riferisce all’exchange Solidly, un nuovo protocollo lanciato alla fine di febbraio che, secondo quanto riferito, ha subito bug degli smart contract e falle di sicurezza, problemi che Cronje ha negato.

The DeFi Edge afferma che c’erano molti segnali che Cronje stesse iniziando a stancarsi. Condivideva tutti i giorni meme sul suo Twitter invece di pubblicare informazioni preziose. Giorni dopo ha rimosso il suo account del tutto il proprio account Twitter.

Era un truffatore? No. Era uno sviluppatore che voleva costruire, ma le cose non si sono messe bene. Ha raggiunto un punto di svolta in cui per lui non valeva più la pena di continuare

La decisione di Cronje potrebbe anche essere stata influenzata dal fatto che “ha guadagnato abbastanza bene da poter organizzare una vita diversa“.

Andre Cronje lascia la DeFi: ecco l’andamento dei token dei suoi progetti

È importante sottolineare che tutti questi progetti continueranno ad esistere. La loro natura decentralizzata implica che altri sviluppatori possono continuare a costruire. The DeFi Edge crede persino che un giorno potremmo assistere a un ritorno di Cronje, scrivendo:

Ragazzi come Andre sono diversi da tutti gli altri. Non è il tipo di ragazzo che può rilassarsi su una spiaggia per sempre. Costruire è la sua droga. Tornerà a riprendersi la sua posizione prima o poi.

Ma gli investitori sono stati molto meno ottimisti riguardo alla partenza di Cronje, come dimostrano i dump dei progetti DeFi a cui è associato.

Meno di un’ora dopo l’annuncio di Anton Nell, yearn.finance è precipitato da $19.864 a $17.669, in calo dell’11%. Oggi è ritornato sopra i $20.000 scacciando le paure. E domenica, il valore di KP3R è sceso da $625 a $378, in calo di oltre il 40%. Ci aspettiamo qualcosa di simile anche per gli altri token.

Tutto ciò ha portato ad alcune domande piuttosto scomode sulla DeFi. Se il successo dei protocolli decentralizzati dipende da uno sviluppatore rinomato e rispettato, e i mercati si fanno prendere dal panico quando questi si dimettono, questi progetti sono più centralizzati di quanto sembrino a prima vista?

Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni.