Svolta storica per la Corea del Sud che decide di fornire oltre 186 milioni di dollari per la crescita delle aziende e delle industrie nel mondo del metaverso

Come da disposizione del Ministero dell’ICT e della pianificazione della Corea del Sud è stato introdotto un fondo di ben 186,7 milioni di dollari alle imprese che intendono creare contenuti digitali per la creazione di un ecosistema del metaverso

corea del sud metaverso

Domenica scorsa il ministero dell’ICT della Corea del Sud ha dichiarato attraverso un comunicato stampa ufficiale che i fondi stanziati saranno utilizzati per la realizzazione dei quattro obiettivi principali per la creazione di “Expanded Virtual World“, un mondo metaverso dove coesisteranno diverse “realtà”.

La Corea ha intenzione di utilizzare le infinite possibilità che il metaverso può offrire per la creazione di un nuovo modo di intendere l’educazione, i media e lo sviluppo generale del paese. Il paese vuole fare le cose per bene ed ha addirittura bandito un concorso per i creators che intendono dare un apporto allo sviluppo del paese attraverso la creazione di novità utili da inserire in un metaverso veramente coinvolgente.

La Corea del Sud alla caccia del metaverso

Come dichiarato dal CEO di Hashed, Simon Kim, il nuovo progetto per il metaverso darà la priorità agli aspetti legati allo sviluppo commerciale, fornendo i fondi necessari a chiunque voglia apportare un contributo efficace. In un’intervista rilasciata a Cointelegraph lunedì scorso, Kim ha dichiarato di non sentirsi preoccupato riguardo alle nuove manovre del governo coreano sul metaverso visto che l’intero “settore privato sta investendo adesso nel mercato del metaverso”.

Credo sia più importante per il governo occuparsi della questione normativa che ruota attorno al mondo delle blockchain. In Corea ancora non è consentita la pubblicazione di giochi NFT ed è vietata persino l’emissione di un token“.

Queste novità blockchain seguono l’annuncio di Park Yungyu, capo del dipartimento di comunicazione e politica del ministero coreano, dell’iniziativa cripto governativa denominata “Digital New Deal“. Quest’ultimo non è altro che un insieme di politiche e manovre economiche, ricordando il New Deal americano, atte a favorire l’introduzione del mondo degli asset digitali all’interno del paese.

Ciò che conta adesso è creare un ecosistema metaverso come partenza per la promozione di una società e un industria sempre più connessa e digitale“, ha spiegato bene Yungyu. Il governo dal canto suo si propone di aiutare finanziariamente tutte le aziende e le imprese che si adegueranno alle nuove direttive sugli asset digitali. Cercando di creare un mondo metaverso quanto più globale e interconnesso possibile.

Anche Jason Ye, co-fondatore di DeSpread, ha definito le nuove manovre finanziarie del governo un “segnale positivo” riguardo l’interesse per il metaverso della Corea del Sud come nazione.