Il metaverso incentiva sempre più investitori ad entrare nel mondo degli NFT. Vediamo come si muovono alcuni colossi.

In questo articolo esploriamo gli ultimi grandi investitori in ordine cronologico che si sono avvicinati al mondo virtuale del metaverso.

investitori nel metaverso aziende

Troveremo investitori da ogni settore possibile, tutti uniti dallo stesso desiderio: anticipare questo trend e contribuire alla creazione del futuro nel metaverso.

Ecco una carrellata di alcuni interessanti investimenti da tenere in considerazione.

JPMorgan diventa la prima banca ad investire nel Metaverso

JPMorgan sta finalmente entrando nello spazio da “trilioni di dollari” del metaverso, diventando così la prima grande banca ad esplorare il mondo virtuale. Il colosso bancario statunitense ha aperto una sala virtuale sulla famosa piattaforma Decentraland.

Chiamato “Onyx“, il lounge si trova nel Metajuku Mall di Decentraland, una versione virtuale del quartiere dello shopping Harajuku di Tokyo. I visitatori sono accolti per la prima volta da una tigre in roaming e dal ritratto digitale del CEO di JPMorgan, Jamie Dimon. Salendo al piano di sopra, i visitatori possono assistere ad una presentazione sull’economia delle criptovalute.

Onyx lounge in Decentraland

In un articolo intitolato “Opportunities in the Metaverse“, JPMorgan ha osservato che può operare come banca nel metaverso tanto quanto nel mondo reale. Simile al suo ruolo di banca tradizionale, JPMorgan potrebbe esplorare diversi modi per facilitare i pagamenti internazionali, i cambi e altri servizi finanziari nel metaverso.

Pensiamo spesso a come sarà l’economia del metaverso. Ci sono opportunità in quasi tutte le aree di mercato. Non siamo qui per suggerire che il metaverso, così come lo conosciamo oggi, prenderà il posto di tutte le interazioni umane, ma piuttosto per esplorare le molte interessanti opportunità che offre sia ai consumatori che ai marchi“.

Il potenziale ritorno sull’investimento nel metaverso secondo JPMorgan

JPMorgan, nel suo rapporto, ha anche riconosciuto l’immenso potenziale del metaverso, sottolineando il fatto che già oggi vengono spesi più di 54 miliardi di dollari ogni anno in beni virtuali. Quasi il doppio dell’importo speso per l’acquisto di musica. Innanzitutto, la natura decentralizzata dello spazio ha attratto molti creators di NFT che utilizzano il Web3 per monetizzare il proprio lavoro.

Probabilmente nei prossimi anni il Metaverso si infiltrerà in ogni settore, con un’opportunità di mercato stimata di oltre $1 trilione di entrate annuali. Questa economia di proprietà democratica, unita alla possibilità di interoperabilità, potrebbe sbloccare immense opportunità economiche, per cui i beni e i servizi digitali non sono più vincolati a una singola piattaforma o contesto di gioco“.

Secondo l’istituto finanziario, il prezzo medio della terra nel metaverso è raddoppiato: da $6.000 a $12.000 tra giugno e dicembre dello scorso anno. JPMorgan prosegue prevedendo che la spesa pubblicitaria in-game aumenterà a 18,4 miliardi di dollari all’anno entro il 2027.

Sebbene una parte significativa del rapporto si sia concentrata sui pro del metaverso, JPMorgan non ha mancato di sottolineare i difetti esistenti nell’attuale esperienza lato utente, i colli di bottiglia e le scarse prestazioni degli avatar:

Nonostante la grande eccitazione per le possibilità del Metaverso, per consentire il suo pieno potenziale di coinvolgimento, costruzione di comunità, espressione personale e commercio, le aree chiave devono essere ulteriormente sviluppate e maturate“.

Per un approfondimento sul tema, puoi consultare questo articolo: JPMorgan diventa la prima banca all’interno del metaverso di Decentraland

Boohoo collabora con Paris Hilton per una settimana della moda virtuale nel metaverso

Boohoo, un rivenditore di moda online, farà il suo debutto nel metaverso collaborando con Paris Hilton.

Paris Hilton non è nuova nello spazio virtuale. Recentemente ha lanciato il suo “Paris World” nel metaverso. Pochi giorni fa ha annunciato una settimana della moda virtuale nel Paris World e Boohoo ha utilizzato tutta la sua potenza di fuoco per sponsorizzare l’evento. I cartelloni pubblicitari sono stati posizionati nell’area di ingresso alla Fashion Week virtuale.

Paris World

Boohoo si è assicurato lo spazio pubblicitario del metaverso grazie all’aiuto di MilkMoney, un importante market di acquisto di media on-demand che mette in contatto gli inserzionisti con opportunità uniche. Bohoo è così diventato il primo marchio a fare pubblicità su Paris World durante la settimana della moda.

Paris Hilton ha dichiarato a riguardo:

“I cartelloni pubblicitari fanno parte della nostra vita quotidiana “reale”, e lo stesso sarà nel metaverso. Quando ho parlato con Sam e con il team di MilkMoney, era chiaro che condividevano la mia stessa visione su ciò che il Paris World può offrire e su come può raggiungere consumatori e fan. Penso che sia fantastico lanciare la nostra prima campagna pubblicitaria con Boohoo, un marchio che ho sempre amato”.

Puoi leggere la storia completa in questo articolo

Il City costruirà il primo stadio di calcio nel metaverso

Immagina di poter vivere eventi sportivi nel metaverso. Bene, il Manchester City sta cercando di costruire il primo stadio di calcio del mondo nel mondo virtuale. Gli attuali campioni della Premier League inglese hanno stipulato un accordo triennale con gli specialisti di VR di Sony per trasformare questo sogno in realtà.

Sebbene il progetto sia solo agli inizio, gli specialisti coinvolti nel progetto hanno già visitato l’Etihad Stadium per mapparlo digitalmente e quindi sviluppare una replica virtuale. Secondo quanto riferito, l’Etihad Stadium di Manchester sarà il fulcro dell’ecosistema virtuale del Man City nel metaverso.

Si lavora principalmente per rendere possibili le interazioni dei fan con i giocatori, nonché un e-commerce interno. Nuria Tarre, chief marketing e fan engagement officer del City Football Group, ha spiegato che “uno dei principali vantaggi che possiamo immaginare di avere nel metaverso è che sarà possibile guardare dal vivo una partita, riempiendo lo stadio in modo illimitato”. Ha in seguito aggiunto:

Penso che l’immagine tradizionale di qualcuno seduto su un divano che guarda uno schermo, sia qualcosa che non sarà più la realtà tra 10 anni, forse nemmeno tra cinque. Le cose si muovono molto più velocemente di quanto pensiamo”.

Per la storia completa, puoi visitare questo articolo: Manchester: nasce il primo stadio nel metaverso, un’esperienza pazzesca

Monster Energy: brevetti per metaverso ed NFT

Monster Energy, la famosa azienda produttrice di bevande energizzanti, ha depositato quattro domande di brevetto che hanno a che fare con metaverso e NFT, presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO).

Il primo marchio è relativo a beni virtuali utilizzabili nelle piattaforme, ad esempio abbigliamento, musica, bevande, integratori, sport e altro ancora. Queste risorse saranno autenticate tramite la tecnologia NFT.

La seconda applicazione si occupa di servizi di vendita al dettaglio e di negozi online di ogni genere di NFT, oltre a un “mercato online per acquistare e vendere beni virtuali”.

Il terzo brevetto riguarda i servizi di intrattenimento legati a prodotti virtuali.

Il quarto deposito ha a che fare con software online che facilitano il trasferimento di risorse digitali tra utenti tramite la tecnologia blockchain.

Ovviamente nell’ultimo periodo c’è stato un considerevole aumento delle domande di brevetto basate sul metaverso. Il mese scorso, Walmart ha presentato sette nuovi marchi, palesando il suo interesse a creare e vendere beni virtuali, nel campo dell’elettronica, di giocattoli, elettrodomestici, decorazioni per la casa e abbigliamento.

L’Oréal registra 17 Marchi relativi al Metaverso

Il metaverso e gli NFT hanno attratto molti marchi importanti. Presentati come gli step successivi delle opportunità pubblicitarie per i marchi di moda, e con i giganti di praticamente ogni nicchia che ci saltano dentro, L’Oréal non ha intenzione di stare a guardare.

Il marchio francese ha depositato 17 domande di brevetto presso l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale. Alcuni dei marchi includono profumi virtuali e cosmetici per la cura dei capelli e del corpo in un ambiente virtuale.

I clienti potranno navigare nel metaverso dell’azienda e acquistare questo tipo di cosmetici.

Questo non è il primo tentativo di L’Oréal di esplorare il mondo virtuale. Nel dicembre 2021, l’azienda ha lanciato la sua prima collezione NFT per celebrare le donne. Soprannominata “Reds of Worth” da Color Riche, la serie NFT è composta da cinque diverse opere d’arte di cinque diversi artisti digitali, tra cui Amber Vittoria, Arina BB, Hueman, Lili Tae e Puks.

FinaMaze lancia il portafoglio di investimenti nel metaverso

Con un prezzo di entrata di $2.000, il prodotto metaverse di FinaMaze include fino a 20 aziende tecnologiche di questo tipo nel portafoglio. Questo prodotto mira a fornire un’esposizione economica al metaverso, ed è concettualmente affine ad un ETF.

Il portfolio è stato curato attraverso una serie di algoritmi di apprendimento automatico. L’amministratore delegato e fondatore di FinaMaze, Mehdi Fichtali, ha dichiarato:
Grandi aziende come JP Morgan, Walmart, Verizon e Adidas stanno mettendo piede nel metaverso in un modo o nell’altro. Ma l’adozione non sarà una linea retta e non avverrà dall’oggi al domani. Inoltre non tutti gli investitori hanno il tempo e le competenze per condurre ricerche esaurienti sull’argomento“.

Foxconn collabora con XRSPACE per entrare nel metaverso

L’Hon Tai Technology Group,  noto come Foxconn, ha firmato un accordo strategico con la società di hardware XRSPACE per realizzare i suoi progetti nel metaverso.

Foxconn investirà 100 milioni di dollari in XRSPACE per creare delle soluzioni visive di realtà virtuale ed alimentare il metaverso.

XRSPACE sta lavorando da tempo su una serie di tecnologie, inclusi avatar, intelligenza artificiale e spazi virtuali 3D. Collaborando con Foxconn, costruirà nuovi ecosistemi innovativi per implementare l’esperienza dei consumatori nel metaverso.

Il presidente dell’Hon Hai Technology Group, Young Liu, ha incoronato XRSPACE come pioniere del metaverso. Ha così commentato l’accordo:

L’approccio di Foxconn verso il Metaverso è lo stesso di quello per le auto elettriche: forniremo la nostra esperienza all’interno di una visione più ampia piuttosto che concentrarci esclusivamente sul prodotto finale, sviluppando aree chiave che includono AR/VR, software, infrastruttura, contenuti e applicazioni e rispondere alla crescente domanda di servizi cloud e di un’architettura server più potente“.

Peter Chou, Presidente e Amministratore Delegato di XRSPACE, ha dichiarato:

Per creare un metaverso più grande e migliore in futuro, dobbiamo combinare cloud, intelligenza artificiale, edge computing, 5G e storage. Questa è la ragione principale di questa partnership. Foxconn ha una visione chiara sul metaverso. Crediamo che ci siano tante cose che possiamo fare per completarci a vicenda e lavorare insieme per migliorare e di fatto inventare il metaverso.

Nansen pubblica i suoi indici NFT

(Credits: https://coinmarketcap.com/)

Ti chiedi spesso come stanno andando il mercato NFT e i suoi vari segmenti? La scorsa settimana, la piattaforma di analisi blockchain Nansen ha rilasciato i suoi indici NFT che rendono disponibili questi dati. Sono stati rilasciati un totale di 6 indici: NFT-500, BlueChip-10, Social-100, Game-20, Art-20 e Meta-20. NFT-500 può essere visto come l’equivalente NFT dell’S&P 500, BlueChip-10 traccia 10 delle più grandi collezioni per capitalizzazione di mercato e traccia rispettivamente di ogni segmento social, game, art e meta (metaverso). Le raccolte NFT non possono apparire in più di un indice (tranne NFT-500 e BlueChip-10).
Gli indici offrono una panoramica delle prestazioni di ciascuna categoria negli ultimi 30 giorni e tengono traccia solo delle raccolte basate su Ethereum.

Nell’articolo che spiega gli indici, Louisa, analista di ricerca NFT presso Nansen, ha affermato:
All’interno della finanza tradizionale, esiste una letteratura esistente che dimostra che l’investimento in indici può overperformare la gestione attiva dei fondi nel tempo. Inoltre, un indice di mercato fornisce agli investitori dati storici che possono aiutare gli investitori a prendere decisioni di investimento valide. Gli indici Nansen NFT rappresentano un modo affidabile per navigare nei mercati NFT. Questo aggiornamento alza il livello per un’infrastruttura finanziaria di qualità che supporta la crescente profondità del settore NFT. La profondità e l’ampiezza della categorizzazione consentirà a tutti gli utenti Nansen di accedere a un’ampia gamma di nuovi segnali di mercato

Shiba Inu lancia 99.000 terreni digitali NFT nel metaverso

La maggior parte delle persone conosce Shiba Inu come competitor di Dogecoin. Pochi sanno che sta cercando di aumentare (più che aumentare, possiamo dire creare) la sua utilità unendosi al rally del metaverso.

A gennaio, il team del il progetto ha annunciato la volontà di entrare nel metaverso, con in seguente tweet:

nei prossimi giorni riveleremo il nome selezionato per il nostro Metaverse, Codename: #SHIBerse“.

Puoi leggere la notizia compelta del lancio in questo articolo

Shiba Inu ha recentemente annunciato il debutto delle “Shiba lands”, suggerendo che i possessori di token LEASH sarebbero stati i primi ad accedere alle terre digitali. L’annuncio ha visto il prezzo di LEASH aumentare di oltre il 100% entro 48 ore.

Nel frattempo, il team di Shiba Inu ha rivelato durante un evento AMA ospitato da Watcher Guru su Twitter la scorsa settimana, che esistono 99.000 appezzamenti di terreno nello SHIBerse.

La vendita dei lotti virtuali è stata suddivisa in due fasi. Durante la prima fase, che durerà dieci giorni, un totale di 35.000 lotti saranno disponibili per l’offerta e l’acquisto da parte dei soli possessori di token LEASH. Per partecipare, gli utenti interessati dovranno bloccare i propri token. L’importo bloccato sarà direttamente proporzionale alla dimensione dei terreni che potranno acquistare.