Nel mondo delle criptovalute bisogna stare molto attenti, la truffa è sempre dietro l’angolo e i rug pull sono una delle più comuni. Queste cose sono successe e continueranno a succedere, bisogna saperle evitare!

Cerchiamo di capire cosa sia questo “rug pull”. Con il termine rug pull, letteralmente “tirare il tappeto”, intendiamo un tipo di truffa molto pericolosa e diffusa nel mondo delle criptovalute.

rug pull nelle criptovalute

Il rug pull generalmente i verifica quando un team dietro ad un progetto “pompa” il  suo token nativo, facendolo aumentare di valore  prima di scomparire con  il denaro incassato. Lasciando i propri investitori con un pugno di mosche in mano.

Catge, la meme coin di Facchinetti, perde l’80% e spariscono i profili social, è la fine?

Quando si verifica il rug pull

I rug pull si verificano quando gli sviluppatori fraudolenti creano un nuovo token crittografico, ne aumentano il prezzo e quindi ne ricavano quanto più valore possibile prima di abbandonarli quando il loro prezzo scende a zero. I Rug Pull sono un tipo di exit scam e un exploit di finanza decentralizzata (DeFi).

Prima di imparare come individuare un rug pull nel mondo cripto e perché accadono, dobbiamo capire come identificare i vari tipi di rug pull. Si, ne esistono di tre tipi.

I vari tipi di rug pull

Esistono principalmente tre tipi di rug pull nel mondo delle criptovalute:

  1. Furto della liquidità
  2. Limitazione o blocco della vendita del token
  3. Pump and Dump.

Il furto della liquidità

Il furto di liquidità non si vede spesso con i token in sé, ma piuttosto nel mondo della finanza decentralizzata. Nel mondo della DeFi è molto comune, vediamo però come funziona.

Essenzialmente, questo tipo di rug pull si verifica quando chi ha creato il progetto e quindi il token, ritira tutti i token dal pool di liquidità. Facendo così, rimuove tutto il valore della moneta, affossandone il prezzo.

Limitazione o blocco della vendita del token

È un altro modo di frodare gli investitori, in questo caso bisogna stare molto attenti. In questa situazione, lo sviluppatore truffatore ha un livello di formazione superiore a quello classico. Elabora il codice del token per far sì che sia lui l’unica persona in grado di poter vendere. Tutti gli altri, quindi, possono solo comprare ma non vendere.

I truffatori aspettano attentamente gli investitori al dettaglio e le loro ondate di acquisti. Il prezzo del token, seguendo la legge del mercato, aumenterà di valore siccome nessuno può venderlo. Arrivato ad un certo prezzo, i truffatori, che sono gli unici a poter vendere, venderanno tutto. Lasciando così i poveri sfortunati con un token senza valore.

Poco tempo fa c’è stato un rug pull del genere, col token Squid Game, che ha usato la fama della famosissima serie per truffare migliaia di “trader” non informati.

2FA: Cos’è l’autenticazione a due fattori e perché è fondamentale nella sicurezza online

Il Pump and Dump

Questo è un vero classico. Usato da prima nel mondo azionario, non poteva mandare in quello delle criptovalute.

Il pump and dump è una truffa articolata in due fasi, a noi interessa solo la seconda. Il “dump” si verifica quando gli sviluppatori truffatori vendono nel giro di pochissimi istanti tutti i loro token in possesso. Tutto ciò ovviamente causa il crollo del prezzo del token. Solitamente si verifica dopo una forte pubblicità volta a far investire a più persone possibili i loro risparmi nel progetto, facendolo lievitare di prezzo e prepararlo quindi al dump.

Vi starete chiedendo: “ ma quindi gli sviluppatori non possono vendere neanche i loro token?”

Il dumping non è illegale in sé, è alquanto immorale però. In generale, non è immorale per gli sviluppatori di criptovalute acquistare e vendere il proprio token, in piccole porzioni alla volta però, non in un colpo solo.

Come funziona la truffa del pump and dump di criptovalute?

Hard e soft rug pull

Questo tipo di truffe, si suddividono in due categorie. Non fraintendete, sono solo i tre che vi ho raccontato poc’anzi, ma si suddividono in hard e soft rug pull. I primi due sono considerati hard, mentre il pump and dump come soft.

Gli hard rug pull si verificano quando gli sviluppatori di progetti hanno in mente di commettere una frode sin dall’inizio. Codificano i loro token con backdoor malevole. Sono quindi degli exploit nascosti che sono stati codificati dagli sviluppatori nello smart contract del progetto.

I “soft” rug pull si riferiscono invece agli sviluppatori che vendono in un istante tutti i token da loro posseduti. Ciò lascia un token gravemente svalutato nelle mani dei restanti investitori in criptovalute. Sebbene, come abbiamo detto prima, il dumping non sia etico, potrebbe non essere un atto criminale allo stesso modo in cui lo sono gli hard pull.

Nei prossimi articoli parleremo anche di come evitarli e della loro illegalità. Stay tuned!