Le truffe su Telegram non perdonano. Alcune sono facili da scovare, altre potrebbero insinuarsi ne vostri computer senza che ve ne accorgiate nemmeno!

Nella prima parte (che puoi recuperare qui: Le truffe su Telegram, come riconoscerle e come proteggersi), abbiamo parlato dei tre modi principali con cui si viene truffati su Telegram di solito.

truffe telegram difendersi criptovalute bitcoin

Abbiamo anche visto come sia abbastanza facile accorgersene prima che sia troppo tardi. In questi due ultimi esempi però, possiamo notare come non è sempre così semplice.

Gruppi di criptovalute Pump and Dump

I gruppi di Pump and Dump sono una delle più antiche truffe nel mondo delle criptovalute. In genere prendono la forma di canali Telegram in cui il proprietario o un amministratore tenta di coordinare la manipolazione dei prezzi su uno scambio di criptovalute.

Lo scopo (finto) della maggior parte dei gruppi è fornire informazioni privilegiate. I trader possono quindi sfruttarlo per ottenere l’accesso alle risorse crittografiche appena prima di sperimentare un grande aumento positivo dei prezzi. Tuttavia, il vero scopo di questi gruppi è estrarre denaro dalla comunità, dal momento che i proprietari del gruppo acquisteranno grandi quantità di token prima di fare l’annuncio sul gruppo, dopodiché la comunità aumenterà il prezzo, essenzialmente “pompando” le partecipazioni degli amministratori del gruppo.

Potrebbero anche addebitare una quota per l’iscrizione VIP, fornendo un ulteriore modo per rubare alla comunità.

Una volta raggiunto il prezzo. Ad un certo punto, usciranno dalle loro posizioni ora sostanziali, facendo crollare “dumpare” il mercato, lasciando chi aveva comprato il token ai massimi, con pochi spicci. Anche se sembra una pratica assurda, è usata spessissimo, la promessa di denaro facile acceca molte persone e ne attira altrettante.

Transazioni e anonime e non tracciabili: cosa sono le privacy coins

Come stare al sicuro

Sfortunatamente, molti di questi gruppi  si mascherano come cosiddetti “gruppi di segnali”, che affermano di fornire informazioni privilegiate e approfondimenti di mercato sulle criptovalute che stanno per muoversi.

Il modo migliore per evitare queste truffe è dare un’occhiata alle loro prestazioni storiche. In genere sono corretti riguardo alle loro previsioni, i pump sono transitori, indicando che è stato il gruppo stesso a causarle.

Molte di queste piattaforme cercheranno di promuovere in te un senso di urgenza, di costringerti ad agire senza pensare, causando la famosa “FOMO”. Se provi questa sensazione dalla maggior parte dei loro post, è probabile che tu abbia a che fare con un gruppo di pompe.

Per essere sicuro di non entrare a fra parte di nessuno di questi gruppi, che sono vere e proprie truffe su Telegram, devi utilizzare il cervello, quindi:

  • Investi solo in progetti autorevoli e riconosciuti a livello mondiale
  • Controlla sempre i siti dei progetti su cui vuoi investire e verifica che siano autorevoli

E per finire, se qualcuno ti mette fretta per comprare qualcosa, scappa, sei incappato in una truffa bella e buona.

Non investire in criptovalute se prima non conosci queste nozioni basilari

Un software maligno

Ora, arriviamo all’ultima truffa su Telegram. È la più pericolosa di sicuro. Senza accorgertene, senza dover far nulla, degli hacker potrebbero installare sul tuo pc o sul tuo cellulare un software maligno. Ora penserai:

“Io non frequento ne siti strani, ne scarico illegalmente prodotti dalla dubbia provenienza, questo punto non fa per me”

Nulla di più sbagliato, andrà tutto bene finché non ti ritroverai truffato. Senza che tu abbia fatto nulla ovviamente.

Come fanno e come proteggersi

Qui l’applicazione non è d’aiuto. Telegram in default scarica i piccoli file inviati sui gruppi o dalle persone. Questi software, che te vedi come semplici liste, un file media classico, possono contenere dei malware con diversi obiettivi. Potrebbero installare sul pc un software maligno e cominciare a captare tutto ciò che fai o scrivi, rubandoti quindi col tempo tutte le password e soprattutto la famosa frase da 12 parole dei nostri amati wallet. Possono attaccare anche il tuo cellulare, potrebbero rubarti i dati della sim attraverso un “Sim Swap”. Un software maligno ti ruberà le informazioni personali e i malintenzionati potranno usarle per farti bloccare la sim, prendere il controllo del tuo numero e bypassare l’autenticazione a due fattori.

2FA: Cos’è l’autenticazione a due fattori e perché è fondamentale nella sicurezza online

Per proteggerti, disattiva come detto nei punti precedenti la possibilità di farti aggiungere ai gruppi e poi fai anche questa rapida modifica nelle impostazioni di Telegram.

  • Vai su impostazioni, dati e archivio e poi disabilita i download automatici sia per i dati cellulare che su rete Wi-Fi.

Fallo, è importantissimo. Perderai due minuti di tempo e ti proteggerai da tutti i tipi di truffe su Telegram che utilizzano questo metodo.

Conclusione

Se fai tutto ciò che abbiamo detto, sarai al sicuro dalle truffe dei gruppi Telegram. E ricorda, nessuno ti regalerà soldi e non fidarti mai delle persone, anche quelle amichevoli e con cui hai messaggiato per un po’.

Noi abbiamo parlato di truffe su Telegram. Ciò non toglie il fatto che anche tutti gli altri social vengano usati per questo tipo di truffe. Con una sana dose di buon senso, sarai al sicuro!