Acquistare on line è ormai diventata una pratica quasi obbligatoria in alcuni casi. La dinamica è insomma più viva che mai.

Gli acquisti on line sono ormai l’ultima frontiera praticamente per la nostra società. Acquistare in modo sistematico è qualcosa che ormai fa parte delle nostre abitudini delle nostre modalità di intendere il quotidiano. Alcuni oggetti, alcune situazioni, implicano per forza di cose l’acquisto on line, in un modo o nell’altro. Ma cosa succede se qualcosa va storto?

carta di credito
carte di credito: il pin

Il mondo degli acquisti come detto si è di fatto trasferito sul web, praticamente acquistiamo tutto senza distinzione di merce, prezzo, localizzazione dell’articolo, niente. Nuovo, usato, di tutto insomma. I canali sono sempre i soliti, aziende che hanno fatto ormai dello shopping on line il proprio pane quotidiano, marchi che ormai si distinguono nel panorama imprenditoriale mondiale esclusivamente per quello. Molti però, nonostante tutto, molti cittadini si intende provano a tenere a debita distanza questo ormai affermato contesto virtuale.

Sono quelli che ancora nutrono dubbi in merito alla sicurezza di tutte le operazioni che di fatto compongono il percorso di acquisto sul web. Come pagare e quanto è sicuro pagare on line fornendo alcuni dati sensibili e quant’altro ad aziende del web, quanto è certo che il prodotto in questione arrivi comodamente a casa mia e non venga sottratto prima della consegna, una serie di infiniti quesiti comunque. Di certo in alcuni casi l’inghippo può verificarsi, non tanto in quanto a sicurezza dei dati forniti, se si considera la serietà e la professionalità delle aziende coinvolte ma rispetto alla possibilità di un incidente di percorso in fase di consegna.

Acquisti on line, l’incubo di tutti gli utenti: cosa succede se il prodotto non arriva a destinazione?

Il dubbio, opportuno o meno arriva a milioni di utenti in merito a quanto riferito in precedenza. Cosa succede se un oggetto acquistato in effetti non mi arriva, a chi mi rivolgo. Le domanda generalmente sono queste. I cittadini spesso sono titubanti. Iniziamo con una breve parentesi sull’identikit ti acquista on line. L’utente medio ha una età tra i 35 e i 44 anni, il 61,7% è costituito da  uomini rispetto al 38,3% delle donne. Per quel che riguarda il rischio concreto che il prodotto acquistato non arrivi a destinazione esistono una serie di procedure da attivare, come ad esempio l’invito o la successiva diffida al venditore che non rispetta i tempi scanditi dalle regole scritte del commercio on line a tutela dei consumatori.

La truffa arriva via sms, l’incubo non finisce più: incredibile quello che ti può accadere

Altro aspetto riguarda poi la possibilità di essere o meno rimborsati se il prodotto non arriva a destinazione. Nel caso in cui il pagamento dovesse avvenire con bancomat bisogna accertarsi se esiste o meno una copertura assicurativa attivata in caso di frodi o situazioni simili. In caso di pagamento con bonifico bancario invece è possibile procedere al blocco dello stesso bonifico attraverso la propria banca. Nel caso invece di pagamento con Paypal non esiste alcun rischio in quanto le transizioni con la piattaforma in questione sono sempre assicurate e prevedono rimborso in caso di problemi di frode o similari.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

In definitiva quindi il rischio esiste, fa parte della logica delle cose, delle ipotesi teoricamente concepibili. In questi casi è giusto immaginare come cautelarsi attivando le opportune contromisure. Il rischio esiste cosi come esistono i modi per recuperare quanto inizialmente si considera forse perduto. Fare attenzione in ogni caso, assicurarsi di star procedendo attraverso un canale sicuro e con un metodo di pagamento assicurato. Tutto il resto, dopo questa serie di accorgimenti dovrebbe procedere senza alcun rischio per lo stesso utente. Tutto dovrebbe insomma filare liscio.