Il Metaverso è un mondo nuovo, ci sono però alcune aziende italiane che con le loro idee innovative stanno investendo in questo futuro.

Ci vengono subito in mente i famosi Meta, Microsoft, Google: non sono solo loro però ad investire nel Metaverso.

Metaverso

Sempre più imprese sono interessate nel metaverso, se ci si pensa un’attimo, è letteralmente un mondo nuovo, in cui ci sarà bisogno di tutto. Le possibilità di avere un grande ritorno economico nell’essere i primi ad investire sono alte e nessuno vuole lasciarsele sfuggire.

Quali sono le imprese italiane che stanno investendo nel Metaverso?

Ovviamente, siamo ancora ai primi stadi del metaverso, ma ci sono delle realtà che puntano su di lui.

Giglio Group Spa

Questa impresa non ha bisogno di presentazioni, in Italia è il leader nella progettazione, realizzazione e gestione di piattaforme di e-commerce in molteplici settori, dalla moda al design, per poi passare al settore degli alimenti a quello della sanità. Non è un’impresa da poco, è quotata anche in Piazza Affari.

L’ingresso nel metaverso

Giglio Group, ha annunciato il lancio di una business unit, chiamata “Giglio Meta” che si dedicherà  allo sviluppo di progetti sul Metaverso ed NFT. Nel corso del 2021 l’azienda ha investito per l’integrazione della blockchain con le piattaforme proprietarie del gruppo e ha creato un team di professionisti specializzati, che le sta già consentendo di offrire l’assistenza necessaria per entrare nel mondo digitale del Metaverso.

Il gruppo non vuole perdere tempo, il team sta già lavorando sui principali metaversi ovvero; The Sandbox, Decentraland, e perfino Roblox, anche se dobbiamo ricordare che non è tecnicamente un metaverso per ora. Non viene lasciato indietro il mondo della realtà aumentata ovviamente. Inoltre, il team ha già integrato le principali piattaforme di compravendita di NFT, tra cui la famosa Open Sea, leader indiscusso nel campo NFT.

L’obiettivo del gruppo

L’obiettivo del gruppo è quello di sviluppare sistemi in BlockChain e lanciare sul mercato un marketplace di NFT, diretto ad influencer e artisti che potranno vedere realizzate collezioni esclusive, ovvero in tiratura limitata, acquistabili dagli utenti e dai Fan. In aggiunta, per alcune collezioni si potrà ricevere associato all’NFT comprato, anche il prodotto fisico, che sarà certificato e autenticato dalla BlockChain  che sarà alla base della piattaforma.

La piattaforma, attraverso il marketplace, renderà possibile l’acquisto di NFT da parte di tutti. Gli utenti meno esperti non troveranno nessuna barriera, molto presente nel mondo critpovalute per i meno avvezzi. Tutto questo sarà possibile grazie ad un esclusivo sistema di creazione di un wallet interno alla piattaforma. Al suo interno verranno collezionati i propri Token con la possibilità di trasferirli in ogni momento ad un proprio portafoglio esterno.

Verrà offerto anche un sistema di mercato secondario, il quale consentirà agli utenti che hanno acquistato degli NFT di poterli rivendere all’interno della piattaforma, creando così un ecosistema completo.

In aggiunta, il gruppo ha avviato la procedura di costituzione della società “Meta Revolution”, incentrata esclusivamente sul metaverso.

Metaverso: quali sono i limiti tecnologici contro cui deve combattere?

Il pensiero di Giglio Group

Alessandro Giglio, presidente di Giglio Group affermato:

Gli NFT rappresentano il futuro, essere pionieri oggi in questo settore è fondamentale sia per ottenere un vantaggio competitivo sul mercato sia per le infinite possibilità di guadagno. La chiave del successo degli NFT consistono nel dare valore a ciò che prima non ne aveva e nel risolvere bisogni digitali disattesi troppo a lungo.

I campi applicativi sono innumerevoli e le ragioni che vi stanno dietro anche: basti pensare all’arte digitale, o ai diritti del creatore; ora è possibile creare una copia digitale di ciò che si vuole vendere, come un singolo prodotto, un’opera d’arte o creare collezioni da migliaia di pezzi e aprire un metaverso dove esporre i propri NFT. Tutto questo si porta dietro i vantaggi di decentralizzazione e tracciabilità dell’utilizzo della blockchain”.

 

In Italia Giglio Group non è l’unica impresa entrata nel metaverso. Coderblock, un’azienda Palermitana vuole creare il proprio Metaverso.

Coderblock e il suo metaverso

L’impresa si occupa di creare esperienze nel campo virtuale. La società è nata, come afferma il suo fondatore e CEO Danilo Costa, da un’idea semplice ed ambiziosa. L’idea era quella di creare tra le persone una connessione immediata, semplificando l’accesso al mondo digitale. Da prima creando uffici virtuali in 3D per lavorare in smart working, l’impresa si è evoluta per creare eventi virtuali come fiere, convention, conferenze ed iniziative aziendali.

Nike e Adidas in corsa per conquistare il metaverso, cosa sta succedendo

Il primo metaverso in Italia

L’azienda sta lavorando alla realizzazione del primo metaverso condiviso in Italia. Sarà un open world in cui si potrà costruire una propria identità digitale e vivere esperienze interattive sempre più coinvolgenti insieme agli altri utenti. Il suo metaverso punta allo sviluppo di un’economia virtuale, in cui gli utenti potranno accedere ad uno store per la personalizzazione dell’avatar o ancora acquistare o affittare spazi e lotti virtuali, e l’integrazione di spazi pubblicitari.

La vera rivoluzione? A differenza degli altri metaversi, i mondi 3D saranno accessibili da browser, senza utilizzo di visori o installazione di software esterni. Coderblock è quindi più di un software per creare ambienti virtuali in 3D. E’ una vera e propria rivoluzione digitale in grado di dar vita ad avventure nuove ed entusiasmanti.

La società sta avendo una campagna di crowdfunding in corso su Mamacrowd con cui conta di ampliare la rete di investitori per poter realizzare in breve questo progetto dall’enorme potenziale.

Entra nel gruppo Cripto: nuovi lanci, token, news, rimani sempre aggiornato

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli:


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Per ora le imprese italiane che sono entrate nel vivo del multiverso sono ancora poche, non appena rilasceranno i loro prodotti però, ne attireranno molte altre.