Michael Saylor, con MicroStrategy Inc. continua a comprare bitcoin nonostante i recenti crolli di mercato e gli ostacoli del governo per la sua contabilità nelle criptovalute “aziendali”.

Michael Saylor non si fa spaventare dai recenti crolli di mercato, che hanno visto la sua azienda Microstrategy perdere diversi punti percentuali in borsa e Bitcoin perdere altro terreno.

Michael Saylor Microstrategy

Seppur la recente lateralizzazione ha fatto intendere a più di qualcuno qualche piccolo segnale di ripartenza.

La soglia critica del prezzo di Bitcoin, per Microstrategy ma non solo

Siamo pericolosamente vicini al suo punto di pareggio dell’enorme esposizione in Bitcoin da parte di Microstrategy. La quale presenta un prezzo di acquisto medio di Bitcoin intorno in zona $29,000.

Soglia importantissima, in quanto rappresenta tecnicamente uno dei supporti più importanti, prima della probabile caduta libera e conseguente disastro sui mercati cripto. Oltre a questo, significherebbe avvicinarsi pericolosamente anche alla zona di prezzo sotto la quale diventa poco conveniente, finanziariamente parlando, il mining del re delle criptovalute.

I mercati crollano e la sec intima azioni, ma Microstrategy compra altri Bitcoin

Nel frattempo, la SEC sta lavorando per definire meglio e chiarire le regole del settore criptovalute e bitcoin. Un mercato da 2 trilioni di dollari con ancor oggi enormi carenze normative. Le società con partecipazioni in criptovalute le considerano come attività immateriali a vita indefinita, simili a marchi e domini di siti Web, secondo gli standard AICPA non vincolanti. Ma l’incertezza, nei mercati, non è mai la strada migliore, come la storia insegna.

Ad ogni modo, Michael Saylor non cambia tragitto, nè propende per scorciatoie. il suo piano di accumulo di lungo termine in Bitcoin prosegue come nulla fosse. Anzi, magari è pure felice di esser riuscito a comprare a un prezzo così conveniente. Microstrategy ha infatti appena fatto un altro acquisto di ben 660 bitcoin, al prezzo complessivo di 25 milioni di dollari. La transazione è stato distribuita nell’arco degli ultimi 32 giorni, portandolo quindi a una media di acquisto di ben 21 bitcoin al giorno.