Brian Armstrong ha da sempre ha creduto nella blockchain e nelle criptovalute, creando uno dei più grandi exchange al mondo

Ceo coinbase villa 133 milioni con criptovalute

I suoi successi sono da ammirare. Ha deciso di farsi un grande regalo, usando la sua enorme fortuna, comprando una fantastica villa da 133 milioni di dollari. CEO e co-fondatore di Coinbase, il più grande exchange di criptovalute negli Stati Uniti. 

D’altro canto il successo di coinbase, penso sia dovuto anche al fatto che, per molto tempo, agli albori, introduceva alle crypto con corsi specifici sulla blockchain e sul token utilizzato.
La cosa bella, ma strana al contempo è che al completamento del corso si veniva premiati con una modesta somma in crypto ( al tempo ).

Il risultato di questo investimento a lungo termine ha dato i propri frutti, oltre naturalmente ai progetti dietro, ed alla capacità dei responsabili di gestire l’azienda. 

Coinbase è diventata pubblica nell’aprile del 2021 quotandosi in borsa. Al momento della stesura di questo articolo, la capitalizzazione di mercato della società è di circa $ 50 miliardi offrendo a Brian un patrimonio netto tolte le spese di circa $ 9 miliardi . 

Quarto affare immobiliare più costoso 

Negli ultimi giorni di dicembre 2021, una proprietà di Bel Air particolarmente sontuosa è stata venduta per 133 milioni dollari di in contanti, il quarto affare immobiliare residenziale più costoso mai firmato in California.  

Ma il design della casa principale è sorprendente che attira la maggior parte dell’attenzione. Costruito per assomigliare a due cubi impilati – uno a sbalzo sull’altro. Un rapporto del Journal nel 2018 affermava che la tenuta, distribuita su quasi cinque acri, aveva un palazzo di 19.000 piedi quadrati e una guest house di 6.600 piedi quadrati con cinque camere da letto. 

L’ edificio principale del complesso, è stato progettata dall’architetto britannico John Pawson, è compresa di un teatro, una spa e una palestra, mentre la suite principale includeva una vasca idromassaggio e un braciere. 

Sempre nei locali, ma situata su un lotto separato, si trova una seconda casa originariamente progettata negli anni ’30 dall’acclamato architetto Paul R. Williams. Sebbene ora sia utilizzata come pensione, quella struttura di 6.600 piedi quadrati è ancora più grande della maggior parte delle case americane.