La tecnologia dietro gli NFT approda nei più disparati settori, copyright e diritto d’autore potranno essere gestiti in modo totalmente nuovo. Un rapper fa da apriprista

NFT Copyright diritto autore
Il famoso rapper Nas rilascerà i cosiddetti non fungible token (NFT) che permetteranno ai suoi fan di possedere una quota di due delle sue canzoni, “Ultra Black” e “Rare“.

Gli utenti che acquistano e conservano gli NFT, denominati limited digital assets (LDA), otterranno una percentuale di proprietà delle royalties dello streaming a seconda del token che detengono.

“Ultra Black”, si trova nell’album King’s Disease di Nas, vincitore di un Grammy nel 2021, mentre “Rare” proviene dal suo diretto successore, King’s Disease II, nominato ai Grammy per quest’anno. Gli NFT totali disponibili di “Ultra Black” saranno 760 mentre per “Rare” il rapper newyorchese ne ha stanziati 1.110. Entrambi saranno rilasciati il prossimo 11 gennaio, e gli interessati saranno in grado di acquistare i token in base all’ordine di arrivo sulla piattaforma musicale NFT Royal.

NFT e copyright: i precedenti

Già nel novembre 2021, il CEO di Royal Justin “3lau” Blau aveva dichiarato a Cointelegraph che l’obiettivo numero uno della piattaforma è quello di consentire ai fan di essere in qualche modo co-proprietari della musica dei loro artisti preferiti. “Stiamo iniziando con un gruppo selezionato di artisti per le nostre vendite iniziali, ma abbiamo intenzione di aprire la piattaforma a più artisti in futuro, ha detto Blau.

Nas ha dichiarato nel corso di un’intervista di aver investito in Coinbase, uno dei più importanti exchange di criptovalute, nel corso dello scorso anno. In una canzone con DJ Khaled e Jay-Z, Nas si vanta in un certo qual modo della sua ricchezza in criptovalute. “Sono fondamentalmente lo Scarface delle cryptovalute”, dice Nas in una delle rime della canzone.

Anche Eminem è un noto possessore di NFT, tra cui, “Ditaggdogg#1” e “Superlative Apes #3880”, e si è recentemente unito al progetto “Bored Ape Yacht Club” dopo aver riferito di aver acquistato una Bored Ape soprannominata “Eminape” per 462.000 dollari su OpenSea.