Alcune monete hanno il potere di stravolgere letteralmente la vita di chi è tanto fortunato da possederne una.

Monete lire
Adobe

Trovare una moneta di valore è in effetti una impresa per pochi. Riuscire a farlo poi in casa propria o comunque per puro caso da qualsiasi altra parta è realisticamente una vera e propria impresa. Schiere di collezionisti sono pronti quotidianamente a sonare il mercato numismatico e le sue innumerevoli occasioni. Monete che acquisiscono valore considerata la loro età, il contesto che hanno in qualche modo rappresentato, la particolare celebrazione alla quale è stata affidata la propria immagine. Singoli fattori che possono realisticamente portare quel determinato esemplare a valutazioni letteralmente da favola.

La storia italiana, per quel che riguarda la particolarità delle monete che man mano si sono alternate fino al 2002, anno in cui è entrato in circolazione a tutti gli effetti l’euro, è piena zeppa di esempi che possono in qualche modo raccontarci in che modo lo stesso mercato considera i vari esemplari che negli anni hanno mostrato di possedere in qualche modo quel fascino o quella caratteristica alla fine determinanti per una valutazione assolutamente da sogno. Il novecento è stato un anno, sotto questo punto di vista, davvero eccezionale, non si contano i piccoli tesori prodotti in questo periodo specifico. Di seguito mostreremo alcuni degli esemplari più preziosi ed appetibili ai collezionisti di tutto il mondo.

Monete rare, un esemplare convince tutti: la 5 lire che può valere 22mila euro

5 lire delfino
Adobe

Tra le monete ritenute più preziose e dalla storia più affascinante tra quelle della vecchia lira un posto di rilievo lo merita sicuramente quella da 5 lire. Prodotta per la prima volta nel 1807, questa moneta ha letteralmente attraversato quasi due secoli pieni, tra momenti drammatici e tragici e di grande speranza e ripresa. Guerre, dittature, disfatte e boom economici, praticamente qualsiasi tipologia di evento. Tra gli esemplari di maggior rilievo possiamo trovare la 5 lire definita Vittorio Emanuele II Unità d’Italia, coniata nel 1861 per celebrare lo storico evento che ha caratterizzato quegli anni.

Da un lato il volto di Vittorio Emanuele II, dall’altro lo stemma di casa Savoia. Moneta dall’enorme prestigio storico è valutata in ottime condizioni di mantenimento circa 22mila euro, una delle più preziose in assoluto insomma. Versioni in condizioni meno brillanti possono avere un valore che va dai 3500 euro ai 7500 euro, in ogni caso tanti ma tanti soldi.

LEGGI ANCHE >>> Monete, la 20 lire che vale quanto una casa: attenti alla data

Dall’immagine molto simile alla precedente, la 5 lire Stemma, di caratterizza per il conio avvenuto esclusivamente nelle città di Milano, Napoli, Roma e Torino, da un lato Vittorio Emanuele II, dall’altro lo stemma di casa Savoia. Coniata tra il 1861 ed il 1878, nella sua ultima versione può anch’essa raggiungere in condizioni di conservazione ottime una valutazione di circa 22mila euro. Compiendo un consistente balzo in avanti possiamo trovare la moneta da 5 lire definita Delfino per la caratteristica immagine presente su una delle due facciate. Coniata tra il 1951 ed il 2001, questa versione ha accompagnato, di fatto gli ultimi 50 anni di storia della vecchia lira.

Tra queste, quella di maggior valore è senza dubbio quella coniata nel 1956, parliamo quindi di un momento storico molto particolare, tra il secondo dopoguerra ed il boom economico che ha caratterizzato in quegli anni il nostro paese. In ottimo stato di conservazione questa moneta può valere fino a 2100 euro, altra piccola gemma insomma. Monete che hanno caratterizzato, di fatto, la storia del nostro paese. Vere e proprie perle rare che di fatto hanno scandito i tempi tra due secoli.

Possedere una di queste monete vuol dire senza alcun dubbio disporre di un piccolo patrimonio nascosto tra metallo ed fascinose immagini di tempi che furono. I collezionisti restano ben attenti ad ogni piccola evoluzione, sperando di far loro uno di questi splendidi ed emozionanti esemplari storici.

ì