Coinbase è una piattaforma molto affidabile e sicura attraverso la quale è possibile effettuare al giorno d’oggi operazioni relative a vendite e acquisti di criptovalute. Parliamo delle valute digitali che hanno rivoluzionato il mondo dell’economia moderna.

Coinbase-Paypal
Il mondo di Coinbase e paypal entrano in collegamento: ecco come

Sebbene i valori della stratosferica quotazione in Borsa siano per adesso lontani, Coinbase oggi possiede tutte le carte in regola per continuare ad influenzare l’economia.

E’ in grado senza dubbio, da una posizione importante, di controllare il mercato degli exchange di criptovalute.

Fra i tanti trend che si evidenziano sul mercato e che Coinbase potrà sfruttare a proprio vantaggio, ne osserviamo tre preponderanti. Lo facciamo questo particolare momento storico della new economy.

Coinbase e la rivoluzione della new economy

  • il mercato sta spingendo per avere criptovalute sempre più rapide nelle transazioni. Ormai stiamo assistendo ad una vera e propria gara nel settore a chi riesce a concepire la blockchain più rapida, una vicenda in costante aggiornamento. Coinbase, tramite il crescente ampliamento del proprio catalogo di trading in corso, potrà cogliere al volo l’occasione di consentire lo scambio delle criptovalute che si distingueranno maggiormente in questo senso.
  • una criptovaluta deve essere rapida ma, allo stesso momento, efficiente. Il costo ambientale che le transazioni e le operazioni di mining di criptovalute hanno è giudicato, in molti casi, eccessivo. Anche in questo caso stiamo assistendo ad una forte competizione tra i vari operatori al fine di creare una blockchain il più possibile rispettosa dell’ambiente, un altro tema che il management di Coinbase può sfruttare nella propria offerta.
  • c’è da scommettere che il Regolatore interverrà in maniera sempre più frequente sul mercato delle criptovalute. Coinbase avrà quindi l’occasione, grazie al proprio sistema già più avanzato rispetto alla media dei concorrenti, di adattare la propria governance alle varie indicazioni regolamentari che verranno diramate

Il mondo Coinbase e la sua storia: tutto quello che c’è da sapere

L’azienda, con origine negli Stati Uniti nel 2011, ha avuto uno sviluppo esponenziale negli ultimi anni. La sua storia, nel 2012, grazie a Ehrsam ed Armstrong, ci racconta già di un passo in avanti notevole, quando è stato reso possibile lo scambio di quella valuta digitale che tutti conosciamo denominata Bitcoin, mettendo questo servizio a disposizione degli utenti della piattaforma.

La piattaforma Coinbase risulta molto intuitiva e di facile accesso anche per utenti alle prime armi con le operazioni finanziarie online.

Una piattaforma incredibilmente intuitiva e rapida per tutte le operazioni finanziare

Coinbase offre il vantaggio di effettuare operazioni di acquisto e vendita anche attraverso l’uso di carte di debito o bonifico bancario.

Comprare e vendere criptovalute oggi è un’operazione che fa parte della normalità quotidiani di molti trader. Tra super convinti della prima ora ed ex-scettici, il mercato sembra essere entrato in una fase ben diversa rispetto a quella iniziale.

Una volta le transazioni in coin virtuali erano accettati principalmente su portali più o meno leciti appartenenti al dark web. Ora è tutto diverso, tutto alla luce del sole.

Il mondo Coinbase e il fare trading: la rivoluzione della new economy

Investire e fare trading in questo settore è molto più semplice rispetto a pochi anni fa. E le modalità per farlo sono oramai diverse, dall’acquisto diretto di criptovalute all’utilizzo di strumenti derivati ad hoc o acquisto di quote di ETF del settore.

Andando ad esplorare le principali discussioni sul tema, emerge chiaramente come la fetta di curiosi interessati a capire l’esatto funzionamento delle piattaforme di exchange specializzate nel settore crypto possieda notevoli dimensioni.

All’interno di questo percorso andremo a vedere più da vicino la storia di Coinbase, uno dei principali exchange di criptovalute al mondo. Lo faremo evidenziando i tratti principali che caratterizzano questo operatore sul mercato.

Neanche Brian Armstrong lo avrebbe immaginato

Quando nel 2012 Brian Armstrong, ex ingegnere informatico appartenente alla squadra di sviluppo di AirBnB, ebbe l’intuizione di iscriversi al popolare incubatore di start-up statunitense noto con il nome di Y Combinator, forse non immaginava che la propria idea di business avrebbe avuto un successo così immediato.

Quello che Armstrong andò a proporre al fine di ottenere finanziamenti a fondo perduto era il lancio di una piattaforma di exchange di criptovalute diversa dalle altre. L’obiettivo era, by-passando i broker finanziari, restituire ai trader la possibilità di scambiare criptovalute senza la necessità di avere intermediari operativi.

Una ondata di dollari per cominciare a costruire il sogno

I 150.000 dollari che Armstrong ricevette per avviare il progetto Coinbase consentirono al progetto di nascere e di mostrarne le potenzialità. A inizio 2013 consentirono alla società di ricevere un investimento di ben 5 milioni di dollari da Union Square Ventures. Non è finita. Armstrong si è visto ricevere, da questa azienda e da altre interessate all’argomento, un ulteriore investimento da 25 milioni di dollari.

La crescita di Coinbase entra a questo punto in una fase estremamente rapida. Raggiunge il milione di utenti a inizio 2014. Poi arriva Coinbase Global Inc, società di holding delle varie filiali aperte nel frattempo, per operare in diversi continenti in ottemperanza con le norme vigenti.

La svolta con l’inserimento di altre coin virtuali

Una svolta importante nel successo di Coinbase (costruito, sino a questo punto, esclusivamente sullo scambio di Bitcoin) fu l’inserimento all’interno della propria offerta di altri coin virtuali (nello specifico, Ether, Litecoin e Bitcoin Cash).

A partire da questo momento, si può dire che Coinbase sia entrata in una fase di maggiore maturità, con la rapida assunzione nel proprio personale di personalità di primo livello attive nel mondo finanziario e tech statunitense e l’acquisizione di vari sistemi blockchain indipendenti integrati nel proprio sistema.

Come ulteriore segnale di credibilità, Coinbase decide in questa fase di investire parecchie risorse nell’ambito della cybersecurity, avendo occasione di dimostrare la propria resistenza e resilienza ad attacchi hacker in questo periodo.

Proprio nel momento in cui le attività di Coinbase sembravano iniziare a crescere ad un ritmo più contenuto, il mondo ha assistito ad un’esplosione della trading-mania. Tutto questo è avvenuto in corrispondenza con l’imposizione da parte di molti governi mondiali di misure di lockdown generalizzate con l’obiettivo di arginare la diffusione del virus Covid-19.

Fra i prodotti finanziari che hanno beneficiato maggiormente di questa nuova fase di interesse da parte di trader anche molto giovani ed inesperti, le criptovalute sembrano essere state fra i principali beneficiari (e con loro gli exchange come Coinbase).

Sull’ondata di questo ottimismo, il management della società ha deciso nel 2021 che i tempi erano oramai maturi per procedere alla quotazione del titolo Coinbase al Nasdaq negli Stati Uniti, superando la strabiliante capitalizzazione iniziale di 100 miliardi di dollari.

Un elemento fondamentale che differenzia Coinbase dalle altre piattaforme è che ti permette di dare priorità al tuo conto e di depositarlo direttamente sul tuo conto PayPal.

E, godendo della capacità di trasferimento online di PayPal (servizio disponibile non solo per i cittadini americani ma anche per quelli italiani), sarà disponibile istantaneamente una commissione di $ 0 direttamente dalla lettera di addebito del tuo collega.

Un altro aspetto molto vantaggioso è che le commissioni hanno una bassa incidenza e le transazioni sono assolutamente sicure e controllate.

Coinbase e l’incredibile collegamento con Paypal: nulla è più impossibile

Coinbase ha la caratteristica di consentire agli utenti delle comode operazioni di trasferimento di denaro immediate dal proprio conto al conto su Paypal.

Utilizzando la funzione di Paypal che permette di effettuare trasferimento di denaro in tempo reale, potrai avere nell’immediato soldi in contanti disponibili sulla carta di debito. Tutto questo puoi averlo pagando solo 0,25 $ di commissione.

Tutti i passaggi da eseguire

Per prelevare fondi da Coinbase al tuo conto PayPal, seleziona l’opzione “Compra / Vendi” dalla barra degli strumenti di Coinbase (sulla destra di Dashboard), quindi seleziona “Vendi”.

Nella sezione “Vendi da”, seleziona il portafoglio che desideri per trasferire i fondi da, e selezionare il proprio portafoglio PayPal nella sezione “Deposito a”.

Quindi, seleziona la quantità di BTC, ETH o qualsiasi criptaggio che desideri ritirare e invialo al tuo portafoglio PayPal (in valuta fiat).

Nella schermata seguente, controlla se i dettagli della transazione sono corretti, e se sono semplicemente premi il pulsante “Conferma Vendi”.

I fondi disponibili immediatamente

Se tutto è andato bene, dovresti ricevere una notifica in un paio di secondi. Questa confermerà che i fondi che verranno depositati sul tuo portafoglio PayPal all’istante.

Per visualizzare ulteriormente i dettagli della transazione, nonché la somma che è stata trasferita sul tuo portafoglio PayPal, basta andare su “Account”. Si deve fare questa operazione dalla stessa barra degli strumenti di Coinbase.

Si tratta di una transazione una tantum, o sei semplicemente il tipo di utente che è molto orientato alla privacy?

Allora potresti voler rimuovere il tuo conto PayPal da Coinbase.

Il processo è molto semplice, poiché devi accedere nuovamente a “Impostazioni”, quindi selezionare “Account collegati” come prima. Quindi fare clic sul pulsante “Rimuovi” accanto al tuo account PayPal.

Ti verrà richiesto da un’altra casella di conferma in cui dovrai fare clic su “Rimuovi” ancora una volta.

LEGGI ANCHE >>> Ethereum, la criptovaluta che fa concorrenza al Bitcoin

L’integrazione con Paypal può crescere ancora

Coinbase vanta incredibili volumi giornalieri e una vasta collezione di criptovalute per investitori e commercianti tra cui scegliere. Per quanto riguarda l’integrazione di PayPal con Coinbase, c’è ancora molto da fare. L’obiettivo base è che questi tipi di servizi diventino molto più attraenti. Per ora, Coinbase consente solo agli utenti di prelevare fondi sui loro conti PayPal e non di depositare.

ì